Da globetrotter a proprietario di un hotel.

Alfonso e The Hat

Alfonso è un imprenditore di successo e manager di The Hat, un ostello straordinario nel cuore di Madrid. Guida il nuovo BMW C 650 Sport. Agile, scattante e abbastanza piccolo per le strade strette della città, è il veicolo perfetto per spostarsi da un punto all'altro, velocemente, semplicemente e in tutta comodità.

Un ex globetrotter.

Un ex globetrotter.

"Viaggiare è la più importante fonte di ispirazione" dichiara Alfonso López Roldán, proprietario di The Hat, un ostello a Madrid. Lo spagnolo ha trasformato la sua passione in una professione e ora si occupa di clienti provenienti da tutto il mondo. Ha lavorato per tredici anni in un'agenzia di marketing e ha vissuto nella Silicon Valley, vicino a San Francisco. Ha viaggiato molto, in tutto il mondo. "Finora sono stato in più di 50 paesi. Ho speso tutto quello che ho guadagnato viaggiando", spiega Alfonso. Poi ha avuto l'idea di lanciare questo nuovo concept di ostello: The Hat. È riuscito a coronare il sogno di tutta una vita con questo nuovo progetto.

+ Di più
«
Viaggiare è la più importante fonte di ispirazione.
»

Alfonso López Roldán, The Hat, Madrid

Più che un semplice posto all'insegna dello "sleep & go".

Più che un semplice posto all'insegna dello "sleep & go".

L'ostello ha aperto nel 2014 nel centro di Madrid in una villa vicino a Plaza Mayor. Le 220 camere sono decorate con un occhio incredibilmente attento al dettaglio. Una grande terrazza sul tetto offre una magnifica vista che spazia sui tetti della città. Alfonso spiega che il suo ostello è più di un semplice "Sleep & Go". E' un centro dove dare spazio ad arte, musica e progetti a scopo benefico. Gli artisti espongono le loro opere al The Hat così anche gli abitanti del luogo vengono a vedere l'ostello. Gli ospiti si sentono perfettamente a casa. Da qui il motto: "Ovunque poso il cappello, quella è casa mia". La cosa più importante è sentirsi a proprio agio, incontrare gente e scambiarsi esperienze.

Il trentasettenne proprietario dell'ostello ha particolarmente a cuore l'impegno sociale, l'ambiente e la sostenibilità. Per esempio i bambini del posto possono studiare inglese gratuitamente durante i mesi invernali. The Hat è anche un ostello ecosostenibile in quanto è l'unica struttura di questo tipo in città ad essere riscaldata con le biomasse. Quindi la mobilità sostenibile in città svolge un ruolo importante per Alfonso. Uno dei motivi per cui guida uno scooter.

Ogni giorno Alfonso ha numerosi incontri d'affari, svolge tante commissioni o organizza eventi. Ha quindi bisogno di un mezzo di trasporto cittadino che lo porti velocemente da un punto all'altro. "Una volta che hai provato uno scooter, non vorrai mai più usare un'auto", dichiara entusiasta Alfonso. Evita gli ingorghi cittadini e trova sempre parcheggio.

+ Di più

Intervista ad Alfonso

Cosa rende The Hat diverso dagli altri ostelli?
"The Hat non è solo un luogo dove dormire. È una grande community. È un living concept, un luogo dinamico che si reinventa e in continuo divenire. The Hat è un centro per l'arte, la musica e i viaggiatori. C'è sempre qualcosa in corso. È vivo e stimolante rispetto agli hotel e ostelli. Il nostro concept favorisce uno scambio tra le persone. Soddisfiamo anche tante tipologie di viaggiatori e persone del posto".
Da dove trai l'ispirazione? Cosa ispira i tuoi nuovi progetti e idee?
"La maggior parte della mia ispirazione deriva dal lavoro e dai viaggi. Quando ho firmato il contratto con i miei investitori ho dovuto promettere che avrei viaggiato molto durante il mio incarico come direttore dell'ostello. Quest'anno sono già stato in Perù, a Londra e a Berlino. E andrò anche a New York e in Costa Rica. In passato abbiamo preso qualche idea dal Giappone e dalla Corea. Viaggiare è la più importante fonte di ispirazione.
Come lavori insieme ai cittadini?
"Crediamo fermamente che la nostra attività possa funzionare solo in collaborazione con la città. Abbiamo molto spazio nel nostro edificio. Mensilmente organizziamo delle mostre d'arte di giovani artisti, per esempio. Anche di artisti che vengono da lontano come Sud America. Vengono qui e fanno delle feste enormi sulla terrazza. Per loro è gratuita. Abbiamo anche aiutato a rimettere in funzione l'illuminazione nella Cupola della Iglesia de Santa Cruz . Un panorama mozzafiato dalla nostra terrazza. È stato un piccolo regalo che abbiamo fatto alla città".
+ Di più
Che cosa significa mobilità per te? E perché hai deciso di guidare un C650 Sport?
"Nella nostra attività è molto importante incontrare molte persone ogni giorno. Per questo ho bisogno di un mezzo di trasporto veloce. Una volta provato uno scooter, non vorrai mai più usare un'auto. Puoi raddoppiare il tempo e incontrare venti persone in un solo giorno. È veramente molto facile andare al supermarket, al ristorante e al bar con lo scooter. Se usi l'auto passi tutta la vita nel traffico. L'idea è semplicemente dilatare il tempo".
Cosa diresti alle persone che vogliono realizzare il loro sogno?
"Molti non amano il proprio lavoro, hanno un sogno, ma sono troppo spaventati per trasformarlo in realtà. Non capiscono che è veramente possibile. Devi semplicemente svegliarti una mattina e capire che puoi farlo veramente. Abbiamo deciso di realizzare il nostro sogno e di aprire The Hat. Ti deve piacere la tua idea e avere voglia di batterti per affermarla.
Cosa consiglieresti per scoprire posti nuovi o "nascosti"?
"Il segreto è esplorare la città a piedi. Non usate i taxi, scoprite la città insieme alle altre persone, parlate con la gente del posto, fate domande, cercate di stringere nuove amicizie e di parlare con i proprietari dei bar. Quando si prepara un viaggio è importante leggere la guida della città o fare delle ricerche su Internet. Ma la parte più importante è parlare con la gente del posto e chiedere loro quali posti visiterebbero".
Qual è la motivazione nel tuo lavoro quotidiano?
"Felicità, viaggiare, curiosità, incontrare nuove persone: queste sono le cose che mi motivano. E muoversi. Non posso stare più di due minuti nello stesso posto".
+ Di più
Altre storie che potrebbero interessarti.
Moto adatte.
spinner