* Il prezzo indicato per il veicolo è da intendersi come prezzo netto consigliato non impegnativo ex fabbrica inclusa IVA 7.7 %. Con riserva di modifiche et errori.

BMW M 1000 RR 50 Years M

Racing like no other – con l'inconfondibile DNA M

24 maggio 1972. L'allora BMW Motorsport GmbH, oggi BMW M GmbH, avvia le attività. L'obiettivo, all'epoca rivoluzionario, è quello di raggruppare sotto un unico tetto tutte le attività racing di BMW. Il motorsport, con le sue numerose sfide, diventa carburante per la costruzione di veicoli e motori. Il segno distintivo della nuova divisione è l'iconico emblema BMW Motorsport con i tre colori blu, rosso e viola.

«

M RR 50 Years M: quasi 100 anni di spirito di corse motoristiche e 50 anni di storia del motorsport, rappresentati da una moto esclusiva.

 »

Astrid Neudecker,

Product Manager

BMW M è da 50 anni sinonimo di passione per l'adrenalina, tecnologia da corsa e successo nelle competizioni, oltre che di progettazione di auto e moto ad altissime prestazioni. Questo DNA storico è riunito nella M RR 50 Years M. Con i suoi geni eccezionali, è creato per chi ha esigenze particolarmente elevate in fatto di prestazioni, esclusività e individualità.

+ Di più

M al primo sguardo

Born on the Racetrack

La M RR 50 Years M è dotata di serie del pacchetto M Competition con parti fresate e in carbonio M, catena M Endurance, un forcellone anodizzato in alluminio, il pacchetto per passeggero e il codice di attivazione per il Laptrigger M GPS.

Sao Paulo Yellow

La M RR 50 Years M con l'emblema BMW 50 Years M e il suo colore incisivo dà nell'occhio. Nella migliore tradizione M: i modelli M sono sempre stati esclusivi e straordinari.

Ben più di un'icona

Ben più di un'icona

Il blu di BMW, il rosso del motorsport e il blu scuro per il legame unico tra i due: l'aspetto omogeno era già rivoluzionario nel 1972. Nel 1978, è stato aggiunto il logo con le tre strisce colorate inclinate verso la lettera M, sottolineando la velocità e il dinamismo. Il logo è stato sviluppato da Giorgio Giugiaro, Italdesign. E ancora oggi non ha perso nulla della sua potenza espressiva.

+ Di più

DNA da racing fin nei minimi dettagli

DNA da racing fin nei minimi dettagli

Anche fuori strada, la M RR 50 Years M è orientata senza compromessi alle massime prestazioni: Perché con Cover Kit M, cavalletto da paddock Sport con supporti del cavalletto e tappeto per moto, la M RR è pronta per ogni pista da corsa e per conquistare nuovi successi.

+ Di più
«

Un'azienda è come un essere umano. Quando pratica sport è più allenata, entusiasta e performante.

 »

Robert A. Lutz

Membro del Consiglio di Amministrazione di BMW AG per la vendita

Icone della storia di M Motorsport

A sinistra una foto storica della BMW 3.0 CSL, a destra la BMW R 90 S di Helmut Dähne.

Mentalità orientata alle prestazioni

Nel 1973, la BMW 3.0 CSL debutta nel Campionato Europeo Turismo come prima auto da corsa con i colori del logo M. Colori che caratterizzano l'intera presenza del team, rafforzando così lo spirito di squadra inimitabile. CSL è l'acronimo di Coupé Sport Leichtbau (struttura leggera). E non è un caso: quasi 200 kg di peso sono stati risparmiati lavorando senza compromessi alla realizzazione di questo veicolo.

Nel 1976, Helmut Dähne e Hans Otto Butenuth segnano il record di velocità nel Production-TT per il leggendario Senior Tourist Trophy nella classe delle macchine di serie fino a 1000 ccm di cilindrata sull'Isola di Man. Anche in questo caso la vittoria è stata preceduta da una grande mole di lavoro: una R 90 S è stata ottimizzata per il mondo delle corse e migliorata con un nuovo eccellente rivestimento. Anche negli ultimi anni, i nostri modelli RR e M RR hanno sempre caratterizzato la TT.

A sinistra una foto storica della BMW M1, a destra la leggendaria Rallye Paris Dakar.

Entusiasmo emozionante

Nel 1978 viene lanciata la supersportiva BMW M1 nella serie M1 Procar. Per la prima volta,  oltre alle strisce,  su un veicolo è visibile anche il logo M.  E non è un caso: poiché anche il design della carrozzeria della M 1, ancora oggi impressionante, è stato realizzato da Giorgio Guigiaro. All'epoca, la versione da strada fece scalpore non solo per l'aspetto ma anche come "vettura sportiva più veloce della Germania".

Nel 1985, i colori M sono di nuovo in cima alla classifica dei vincitori: il belga Gaston Rahier vince per la seconda volta consecutiva il rally Parigi-Dakar sulla sua GS 1000. Dopo il successo negli anni precedenti, nel 1981 e nel 1983, da parte di Hubert Auriol con la sua BMW. Anche nelle regioni terrestri poco popolate, il blu, il rosso e il viola sono oggi sinonimo di performance, spirito di squadra e vittorie nel motorsport.

La lettera più forte del mondo

M è sinonimo in tutto il mondo di successo nelle corse e si rivolge a piloti con esigenze particolarmente elevate in termini di prestazioni, esclusività e individualità. Qui puoi scoprire di più sulla M RR e sulla famiglia M.

Maggiori informazioni sulla BMW M

M Spirit da vicino

spinner